Come guadagnare online lavorando come Growth hacker

Per guadagnare online ci sono molti modi, dai più semplici come compilare sondaggi online, oppure scrivere delle recensioni dei ristoranti. Oltre a questi lavori c’è anche la possibilità di guadagnare online lavorando come Growth hacker.

Forse non tutti voi sanno di cosa stiamo parlando, dato che è una professione di nicchia, di seguito vi forniremo tutte le risposte alle vostre domande.

Il Growth hacker è una professione particolare e non troppo conosciuta, ma la sua funzione è quella di far crescere una determinata azienda, un libero professionista oppure una società. Il Growth hacker utilizza metodi particolari e poco convenzionali per riuscire ad ottenere questi risultati.

Il Growth hacker opera nel campo del marketing.

La professione di Growth hacker si fonda sul concetto di crescita e molte volte è legato alle startup che si avvalgono di questa figura professionale per innescare il processo di crescita.

Il focus che ha un Growth hacker è quello di riuscire ad arrivare agli obiettivi prefissati in poco tempo, impegnando minori risorse possibile, sia economiche che di personale.

Questo lavoro è relativamente giovane sono circa 10 anni che è stato definito, prima c’era ma non era riconosciuto. In sostanza quello che fa il Growth hacker è di snellire i processi che generano un processo di crescita aziendale, portandolo a termine nel minor tempo possibile.

Il concetto fondamentale del Growth hacker

Come abbiamo detto la professione Growth hacker  si basa sul concetto di crescita, ma con condizioni particolari, come le seguenti:

  • Risorse limitate;
  • Tempi stretti;
  • Concorrenza;
  • Lavoro di squadra.

Dato che questa professione viene maggiormente utilizzata dalle startup è normale che abbiano delle risorse limitate e una tempistica ridotta, è lì che il Growth hacker ottimizza la sue qualità.

Ciò che fa in sostanza questo professionista è di modificare l’ordine prestabilito, invertendo il processo, ottimizzando il tutto. Modificando il processo con lo scopo di dare una direzione all’azienda, per migliorare gli aspetti economici e qualitativi, il focus è quello di guadagnare di più spendendo meno, che poi è alla base dei progetti di startup.

Attualmente questa figura è molto richiesta, anche in virtù della crisi economica incessante, la pubblicità deve essere fruttuosa e convertire in vendite nel minor tempo possibile, con un impiego minore delle risorse economiche e temporali.

Le competenze del Growth hacker

Ora che abbiamo visto in grandi linee quali sono gli obiettivi di questo professionista, capiamo quali competenze debba vare.

La caratteristica fondamentale che viene richiesta ad un Growth hacker è quella di saper gestire il marketing in modo trasversale e sapersi adattare ad ogni evenienza, modificando la strategia, senza allontanarsi dallo scopo finale.

Questo professionista sfrutta varie competenze di settore come le seguenti:

  • Marketing;
  • Design;
  • Programmazione;
  • Organizzazione.

Tutto volto all’ottimizzazione del tempo e del risultato.

Il Growth hacker deve avere delle competenze di base, come saper lavorare in gruppo, saper dirigere un team e riuscire ad ottimizzare un budget, che per la maggior parte delle volte è molto ristretto.

Le conoscenze specifiche che deve avere questo professionista:

  • SEO;
  • SEM;
  • Email marketing;
  • Blogging;
  • Social Network.

Queste competenze sono definite trasversali, in quanto aiutano l’azienda ad avere anche un buon posizionamento nei motori di ricerca e sui Social Network.

Per riuscire ad ottenere i risultati prefissati, il Growth hacker non lavora da solo, ma in team, solo in questo modo è possibile raggiungere l’obiettivo in breve tempo.

In sostanza di cosa si occupa un Growth hacker?

Il Growth hacker è un tuttologo, lavorando in team non sarà specializzato in ogni settore, ma si coordina con gli altri esperti, è una sorta di consulente marketing, il suo compito è quello di definire la strada che gli altri esperti devono seguire per riuscire nell’intento, tramite l’utilizzo delle varie tecniche di comunicazione.

Il Growth hacker è un creativo che però basa le sue scelte su dati realistici.

Ecco perché questo professionista non prende decisioni istintive, ma monitorizza i dati ed i segnali di crescita, in modo da sviluppare una strategia di crescita dettagliata.

La strada per diventare un Growth hacker

Se vi interessa questa professione e vi ritenete adatti a lavorare in team, le strade da seguire per diventare un Growth hacker sono le seguenti:

  • Creatività;
  • Approccio analitico.

Si possono leggere dei libri che trattano di questo argomento, per affinare il colpo, inoltre dovete essere esperti di comunicazione e avere delle basi di SEO.

La SEO

La SEO è molto importante, serve per migliorare la visibilità del sito. L’acronimo SEO sta per Search Engine Optimization ( ottimizzazione dei motori di ricerca).

La SEO è l’insieme delle strategie e delle pratiche volta a posizionare le pagine web nei risultati organici dei motori di ricerca.

Anche in questo aspetto del marketing è bene inserire una strategia SEO.

You may also like